Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

Morfeo introduzione
Print PDF
There are no translations available.

 

 

"Morfeo" (Il tempo è senza tempo)

 


 

 

2013 - morfeo - autore dario apostoli - 4dscf5124Anche se Morfeo non compare esplicitamente in forme umane nella (mia) rappresentazione fotografica, ci sono indizi del sonno che ricoprono e pervadono ogni sembianza apparentemente dormiente. Queste tracce, riconducono ad un immaginario ed inconscio letargo o  sorta di catalessi, raccontano la vita che cade in latenza ed il sonno diviene un processo di trasformazione, di rinnovamento.  E’ un  viaggio attraverso i confini  nei quali la lettura di  indizi reali si mescola con l’immaginario   in cui   il limite della ragione entra in relazione con l'inconscio. Non v’è punto di arrivo o di partenza, ma di transito dove non v’è memoria né oblio, verità o menzogna, ma il sonno eterno e la quiescenza si somigliano. Morfeo è il telo, ovvero la porta fra il razionale e l’inconscio. Un sipario che cala sulla visione ordinaria del mondo ma che contemporaneamente ne apre un altro in una dimensione immaginaria. 

 

“Tutto intorno giacciono alla rinfusa, negli aspetti più diversi, le chimere dei Sogni […]”

 

 

Il tempo è senza tempo.

 

“Non si ode suono di fiere o di armenti, non di rami mossi da un alito di vento, non si ode alterco di voci umane.

Vi domina il silenzio e quiete. […] Davanti all'ingresso dell'antro fiorisce un mare di papaveri e un'infinità di erbe, dalla cui linfa l'umida Notte attinge il sopore per spargerlo sulle terre immerse nel buio.”

 

“Sonno, quiete d'ogni cosa, Sonno, dolcissimo fra i numi, pace dell'animo, che disperdi gli affanni e rianimi i corpi oppressi dal lavoro e li ritempri per nuove fatiche, ordina a un Sogno, che sappia imitare forme vere, di recarsi a Trachine, la città di Ercole, e presentarsi ad Alcione con le sembianze di Ceice, come appare un naufrago.”    

 

                                                                                                                                                Ovidio "Metamorfosi"                                                               

NB: Normalmente il sonno è una funzione biologica atta a riequilibrare l’energia del corpo, si manifesta quindi in modo temporaneo durante il quale si sogna. La morte (spesso considerata negativa dalla cultura occidentale in quanto tradotta in assenza di vita) è un sonno prolungato, vita latente in cui (secondo le culture) non v’è memoria di esperienze passate.

 

 

(Dario Apostoli, 5 ottobre 2013)

 


 

 

 

C’è sempre un’enorme distanza tra quello che si vede e ciò che c’è oltre e la fotografia, la quale paradossalmente nasce dal contatto diretto con le cose…l’interfuit di Barthes. Dario Apostoli ci porta in quel confine-limite tra il sogno e la soglia della fisicità-materialità. Il suo Morfeo che scrive attraverso una fotografia quasi monocroma è abbandono, oblio, ma anche antro di una conoscenza che avviene proprio nel manifestarsi del sonno. Un ambiente poco riconoscibile, fatto di segni, poche luci, grandi ombre. Uno spazio di visibile invisibile, dove ovviamente il personaggio totalizzante è l’affiorare dell’inconscio. Tutto è passaggio, un transito come ci dice, ma la magia di queste opere è che ci introducono in una dimensione di instabilità, dove però paradossalmente” il tempo è senza tempo”.                                                                                                    

                                                                                                

 

 

    (Luigi Erba, 22 ottobre 2013)

 


 


                                                                                                                                                                       

>> Photissima [ART FAIR] - Quelli di Franco Fontana - Ex Manifattura Tabacchi - TORINO

 

>> Gallery

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalitá e per inviarti pubblicitá e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all´uso dei cookie.